Privacy Policy
TEATRO VCASCELLO
s1spacerHOMEspacerSTORIAspacerIL VASCELLOspacerSTAGIONE 2016/2017spacerINFO e PREZZIspacerCONTATTIspacerLINKspacerARCHIVIO STAGIONIspacerPRODUZIONI
 

 

 

 

 

 

 

 




20-22 aprile 2017

I RAGAZZI DEL CAVALCAVIA

di Erika Z. Galli e Martina Ruggeri
con Alberto Alemanno, Maziar Firouzi, Francesco La Mantia
Daniele Pilli, Michael Schermi
regia  Erika Z. Galli e Martina Ruggeri
produzione Industria Indipendente

Cinque uomini, una famiglia: la famiglia F. La famiglia F. è formata da quattro fratelli e uno zio acquisito, ragazzi come tanti, con un lavoro e una città alle calcagna, la Città di T.
Tra la noia e la voglia di rivalsa sulla vita, i Fratelli F. e lo Zio Tex si muovono tra eccessi e prese di coscienza ed eseguono quello che pare essere un atto già predestinato dalla vita.
La narrazione si ispira ai fatti di cronaca avvenuti nel dicembre del 1996 quando il gruppo dei fratelli Furlan, per scacciare la noia, lanciò un sasso di 3 chili dal cavalcavia della Cavallosa a Tortona e uccise una donna all'interno di una macchina di passaggio.
Siamo in un luogo reale e seguiamo le gesta di questi ragazzi come da copione: lo spettacolo si suddivide in tre cicli diurni/notturni: 24-25-26 Dicembre.
Il periodo è quello delle festività natalizie e prevede, come da realtà, il lancio del sasso la notte ultima del 26 dicembre 1996.
Il progetto nasce nel 2012 con il primo laboratorio di Industria Indipendente.
A seguire diversi altri nel corso degli anni fino a giungere alla scelta quasi naturale da parte delle registe e drammaturghe di formare la Famiglia F. con i cinque protagonisti del racconto. La storia di ispirazione è stata studiata, sviscerata, analizzata nel più profondo e rielaborata e rivista durante il lavoro di improvvisazione arrivando a creare un linguaggio proprio del gruppo e una nuova e potente lingua drammaturgica.
Il percorso di ricerca durato due anni ha interessato infatti tutti i vari aspetti della messinscena: il periodo storico, gli anni 90, sono stati di grande interesse per l'approfondimento di un arco temporale non ancora del tutto passato ma allo stesso tempo non proprio recente; l'ambientazione specifica domestica ed esterna; fino all'utilizzo di una lingua vicina, ma non propria, alla zona di Tortona, Alessandria.

 

SOSTIENI LA CULTURA VIENI AL TEATRO VASCELLO
#Prosa #Danza #Musica #TeatroDanza #Performance #Readingletterari #Clownerie #Circo #Concerti #SpettacoliperBambini #FestivaL #Eventi #Laboratori