Privacy Policy
s1spacerHOMEspacerSTORIAspacerIL VASCELLOspacerSTAGIONE 2014/2015spacerINFO e PREZZIspacerCONTATTIspacerLINKspacerARCHIVIO STAGIONIspacerPRODUZIONIspacer







Home > Archivio > Cartellone 2003/04


DAI GRECI A SHAKESPEARE tra tradizione e ricerca

4 - 23 novembre
TEATRO STABILE D'INNOVAZIONE LA FABBRICA DELL'ATTORE
MANUELA KUSTERMANN Deianira in
LE TRACHINIE
di Sofocle
adattamento inglese di Ezra Pound
traduzione italiana di GIANCARLO NANNI

regia GIANCARLO NANNI
musica PAOLO VIVALDI

con PAOLO LORIMER Ercole
MASSIMO FEDELE Messo
MAURIZIO PALLADINO Lica araldo
SARA BORSARELLI Nutrice
MARCO VERGANI Illo
CHIARA BIGIONI Jole.

coro
Voci soliste GABRIELLA AIELLO e PILAR
danzatrici VALERIA ANDREOZZI, GEA LUCETTI, BEATRICE MAGALOTTI, RITA RUBINO

scene e costumi CRISTIANA AGOSTINELLI
coreografia SIMONETTA ALESSANDRI
luci VALERIO GEROLDI

10 novembre
EVENTO SPECIALE

ASSOCIAZIONE PIAZZA DUOMO - Spoleto
MIRIKORDOKANTOR
figurazione drammatica nostalgicamente dedicata a Tadeusz Kantor
progetto a cura di RITA CORRENTI
regia teatrale GIANLUCA BOTTONI

25 - 30 novembre
TEATRO STABILE DI CALABRIA
ROMEO E GIULIETTA
di William Shakespeare
ideazione scenica e regia di Nikolaj Karpov
con Lorenzo Gleijeses e Guia Zapponi

2-14 dicembre
TEATRO DEL CARRETTO
ODISSEA
di Omero
adattamento e regia di Maria Grazia Cipriani
costumi Graziano Gregori

16-18 dicembre
COMPAGNIA SEMAVER DI ISTANBUL
LA DODICESIMA NOTTE
di William Shakespeare
regia di Isil Kasapoglu
(spettacolo recitato in lingua originale con sottotitoli in italiano)

19 - 21 dicembre (ingresso libero)
A TEATRO INSIEME
rassegna di teatro integrato
Centro Diurno Villa Lais (ASL RMC) Ass. Cult. Orma Fluens
Dipartimento di Arti e Scienze dello spettacolo Facoltà di Scienze Umanistiche “La sapienza”

MONDI POSSIBILI
IL TEATRO E LE TECNOLOGIE DIGITALI - tra cura e sperimentazione
rassegna di spettacoli teatrali, performance, seminari, dimostrazioni di lavoro, tavole rotonde, installazioni

27 - 30 dicembre
ISPETTORE GENERALE
Centro Diurno Sperimentale Integrato La Voce della Luna (ASL RME)
a cura di Raffaele Castria

>per saperne di più

dal 6 all’11 gennaio
COMPAGNIA LOMBARDI-TIEZZI
In fondo a destra
di Raffaello Baldini
I danni del tabacco
di Anton Cechov
regia Federico Tiezzi
Un alienato intellettuale metropolitano, perso in un labirinto abitato da esilaranti creature, si esibisce in un almanaccare tragicomico, non diverso dal soliloquio disperato e grottesco dello sfortunato eroe cechoviano.

dal 13 al 18 gennaio
TEATRO DI DIONISO
Orgia
di Pier Paolo Pasolini
regia Valter Malosti
Alla disperata ricerca di un’identità perduta nelle pieghe del conformismo, tre personaggi, consumano feroci esperienze trasgressive: nello scandalo di parole e corpi, due cori suggeriscono un impietoso viaggio nella coscienza.

dal 20 al 25 gennaio
TEATRO DELLE ALBE
I Refrattari
uno spettacolo di Marco Martinelli
Tra le mura invalicabili di un tinello/inferno, i naufraghi di una civiltà contadina scomparsa svelano le loro anime disadattate e ribelli: su uno sfondo claustrofobico e visionario, la lingua romagnola si rispecchia nella musica apocalittica di Mahler.

27 gennaio ore 20.30
GIORNATA DELLA MEMORIA
Teatro Cultura Produzioni
I me ciamava per nome
vierundvierzigatausendsibenhunderstiebenundachtzig

44.787 - risiera di San Sabba
uno spettacolo di Renato Sarti

dal 28 gennaio al 1 febbraio
ELSINOR TEATRO STABILE D’INNOVAZIONE
I Promessi Sposi alla prova
di Giovanni Testori
regia Maurizio Schmidt
In un teatro abbandonato, un maestro e i suoi allievi mettono alla prova il mito manzoniano di scolastica memoria, recuperandolo, interrogandolo, vivendolo, come un coro da tragedia greca, laico e “insipiente”.

dal 3 all’8 febbraio
TSI LA FABBRICA DELL’ATTORE
Mostri che abbiamo dentro
Omaggio a Giorgio Caproni, seconda parte. 1975-1990
uno spettacolo di Gianluca Bottoni
Musica concertistica e taglio da operetta per un omaggio al poeta Giorgio Caproni. La vita ripercorsa a partire dal 1975, anno della morte dell’amico Pasolini: la sua opera, filosofica e immaginifica, i sogni, gli echi di viaggio.

dal 10 al 15 febbraio
COMPAGNIA KATZENMACHER
Quali fantasmi
tre atti unici di Eduardo De Filippo
regia Alfonso Santagata
Dall’ironia amara al gioco comico - e qui fatale - del teatro nel teatro: i personaggi irriverenti e fantasiosi di Gennariello, Amicizia e Il cilindro, si rifugiano nel magico, metafora dell’effimera e breve illusione teatrale.

dal 17 al 22 febbraio
TEATRO DE GLI INCAMMINATI
Cos’e’ l’amore
di Franco Branciaroli
regia Claudio Longhi
Un omicidio da pagina di cronaca gradualmente s’illumina d’insospettati rimandi al mito: l’incontro con la sofoclea Antigone solleva interrogativi eterni, necessari e ineludibili, su amore e comunità.

dal 24 febbraio al 14 marzo
TSI LA FABBRICA DELL’ATTORE
Una festa per Boris
di Thomas Bernhard
regia Giancarlo Nanni
Il regista completa l’emozionante esperienza di un laboratorio integrato tra portatori di handicap, malati psichici e attori: i personaggi borderline della prima opera teatrale di Bernhard, s’incarnano in corpi segnati dalla diversità e nelle loro fragili psicologie.

dal 16 al 21 marzo
ATTORI INSIEME
Pupa Regina
Opere di fango
di Franco Scaldati
regia Marion D’Amburgo e Lucia Ragni
Pupa e Regina, tra tenebre e fango, inseguono memorie, attrazioni, ossessioni: dall’incanto vocale del racconto, emergono gli spezzoni di due vite mercenarie, in attesa di una creatura redentrice e consolatoria.

dal 23 al 28 marzo
FANNY e ALEXANDER
Alice vietato > 18 anni
drammaturgia Chiara Lagani
regia Luigi de Angelis
Oltre lo specchio che riflette la platea, in un luogo geometrico, in bianco e nero, pavimento a scacchiera, Alice attraversa l’infanzia passando da una casella all’altra: tra parole giocate e suoni esaltati diventerà, un giorno, Regina?

dal 30 marzo al 4 aprile
AGRESTA
Le nozze di Antigone
di Ascanio Celestini
regia Veronica Cruciani e Arturo Cirillo
In una ballata popolare, omaggio alla scrittrice Elsa Morante, un’Antigone del dopoguerra evoca, con sguardo domestico, la vicenda del padre Edipo: sogna di esser lei, incestuosa, ad impalmarlo, quasi a volerne assumere l’eredità storica.

dal 6 al 10 aprile
VESUVIOTEATRO
L’ultima corsa di Fred
di Mario Gelardi e Giuseppe Miale di Mauro
regia Peppe Miale
Testimone casuale della morte di Fred Buscaglione, un suo fan, un metronotte, ne racconta e ne rivive teatralmente il mito: malinconico, ironico e accompagnato dalla forza coinvolgente delle sue canzoni.

dal 13 al 18 aprile
TEATRO STUDIO
Malaluna
di Peppe Lanzetta e Vincenzo Pirrotta
regia Pasquale De Cristofaro
Il trasgressivo scrittore napoletano e l’aspro cuntista palermitano raccontano le speranze umiliate delle loro rispettive città. Depositari di “archivi viventi”, mettono in scena un’umanità marginale e troppo spesso inascoltata.

dal 17 aprile al 30 maggio
TSI LA FABBRICA DELL'ATTORE
Il re che doveva morire
Operina per ragazzi liberamente tratta da “Favole al Telefono” Di GIANNI RODARI
Musica di Giordano Tunioli, Libretto di Silvia Venturini, A cura di Caterina Venturini, Con Alfredo Piano Il Narratore, Maurizio Palladino Il re, Caterina Venturini La regina, e con Luis Gabriel Chami/Maria Grazia Achilli al pianoforte.


dal 19 al 21 aprile
RACCONTI TEATRALI
Autori per Roma
di Sonia Antinori, Alberto Bassetti, Mathieu Bertholet, Ascanio Celestini, Gian Maria Cervo, Gianni Clementi, Andrea Cosentino, Laura Curino, Lucilla Lupaioli, Giuseppe Manfridi, Fabrice Melquiot, Alessandro Trigona Occhipinti, Pierpaolo Palladino, Sergio Pierattini, Adriano Vianello
a cura di Pierpaolo Palladino
L’evocazione innanzi tutto. Quindici racconti brevi, cinque per serata - affidati alle arti affabulatorie di esperti narratori e sulle note di musiche eseguite dal vivo - compongono una cartografia della memoria e del presente di Roma.

dal 22 al 25 aprile
NUOVO TEATRO NUOVO TEATRO STABILE D’INNOVAZIONE
Per un pezzo di pane
di Rainer Werner Fassbinder
regia Pierpaolo Sepe
Il pane è la merce di scambio per prestazioni sessuali tra uomini nei lager nazisti. La crisi di un giovane regista cinematografico di fronte all'irrappresentabilità della Shoah e la sua rottura con l’estetica dell’impegno.

dal 27 aprile al 2 maggio
SCENA VERTICALE
Kitsch Hamlet Commedia calabro-scespiriana
uno spettacolo di Saverio La Ruina
Tra cerimoniali kitsch e logori miti, Amleto vive in un degradato lido calabrese: tra un dipinto dello Jonio e la Statua della Libertà, si confronta il suo pessimismo storico col positivismo popolare di Mino Reitano.

dal 4 al 9 maggio
PORTA NOVA
Il corpo di Moro
di Rino Mele
regia Nuccio Siano
In quattordici brevi canti, un oratorio a tre voci racconta la Passione, Morte e (possibile) Resurrezione dello statista assassinato; una sorta di messa laica che ripercorre un calvario tutto umano e ne indaga il mistero.

dall’11 al 16 maggio
CLUB TEATRO REM e CAP PROPOSTE
Forme
uno spettacolo di Riccardo Caporossi
Personaggi stereotipi e regista si trasformano in operai alle prese con lunghe travi di legno: realizzano ininterrottamente e metodicamente forme sempre più complesse: dinamica, essenza, e senso della vita.

dal 18 al 23 maggio
MARCIDO MARCIDORJS E FAMOSA MIMOSA
Trio party Marcido in Beckett’s love
dall’opera di Samuel Beckett
uno spettacolo di Marco Isidori
Congegno scenico e potenza sonora costringono attore e spettatore in un medesimo clima magnetico: per affrontare Beckett con circospezione somma e restituirne tutta la poesia con la prassi drammatica dell’”attore generale”.

dal 25 al 30 maggio
LENZ RIFRAZIONI
Cappuccetto Rosso
da Rotkäppchen dei fratelli Grimm
uno spettacolo di Francesco Pititto
Dopo Cenerentola e Biancaneve, ancora un’irruzione nella pura bellezza del fiabesco: la bambina dal cappuccetto rosso tra le ombre dei propri timori e desideri, la sua sventura e la sua trasformazione.

dall’1 al 6 giugno
CSS TEATRO STABILE D’INNOVAZIONE DEL FVG
Pasolini, Pasolini!
da Pasolini: cronaca giudiziaria, persecuzione morte a cura di Laura Betti
uno spettacolo di Paolo Mazzarelli
Spettacolo sul sentimento di un'assenza: quella di una figura d’intellettuale corsaro e veggente. Fra cronaca giudiziaria e documentazione poetica, di Pasolini resta sulla scena un interlocutore cercato, un testimone evocato.

dall’8 al 10 giugno
CENTRO EUROPEO TEATRO E CARCERE
Il progetto di Bach e Mozart
di Adriano Vianello
regia Donatella Massimilla e Adriano Vianello
Ex detenuti attori interpretano quella ribellione che esorcizza la disperazione. Internati di una clinica psichiatrica, Bach tenta di volare e diventare dio, Mozart di rinascere e diventare donna.

dall’11 al 13 giugno
MIMESIS
Nella colonia penale
da Franz Kafka
uno spettacolo di Giorgio Crisafi
Un ufficiale descrive il funzionamento di una macchina da tortura con i più spietati dettagli. Alla presenza di un condannato e di un visitatore, si adopera per compiere al meglio il proprio “banale” dovere.

dal 15 al 20 giugno
COMPAGNIA TEATRALE KRYPTON
L’ultimo nastro di Krapp
di Samuel Beckett
regia Giancarlo Cauteruccio
Grande frequentatore di memorie, il vecchio Krapp tenta di recuperare il passato ascoltando registrazioni meticolosamente raccolte: commenti derisori e distanza incolmabile dal presente palesano il conflitto tra uomo e macchina.
Orari:
dal martedì al sabato ore 21.00 domenica ore 17.00

Biglietteria:
intero € 12.00, ridotto € 8.00, ridotto studenti € 6.00